Squadre di sicurezza aperte a tutti!

Tutto il PTA avrà la possibilità di far parte delle squadre di sicurezza di Ateneo rispondendo ad un bando annuale, aperto a tutto il personale, per la formazione di un elenco di 100 idonei.
Le chiamate avverranno secondo un principio di rotazione

E' bastato mettere sul tavolo i dati (260 mila euro, solo nel 2015!) per vincere l'inerzia dell'Amministrazione e dei segretari di CGIL e CISAL (Tiziano Bresolin e Andrea Berto), che distrattamente dal 2011 si portavano a casa diverse migliaia di euro all'anno, trascurando le centinaia di colleghi delle squadre di emergenza (o comunque già formati) presenti in Ateneo. 

L'intervento "chiarificatore" di UNInsieme ha portato il CdA del 30/05/2017 ad abbandonare l'ipotesi di esternalizzare il servizio, aprendo invece alla partecipazione di tutto il personale in possesso dei requisiti (tra cui corsi antincendio e primo soccorso).

D'ora in poi, quindi, ci sarà un bando annuale aperto a tutto il PTA per la formazione di un elenco di 100 idonei, che verranno chiamati secondo un principio di rotazione, sulla cui trasparenza vigileremo.
I compensi orari sono stati ridotti, ma grazie all'intervento del rappresentante del PTA in CdA (Elena Autizi), l'importo è stato portato a 18€/ora nei giorni feriali e 20€/ora nei giorni festivi (anziché 16,50€/ora).

Questo però è solo un primo passo verso l'equa distribuzione delle possibilità, per tutto il PTA, di partecipare alla vita dell'Ateneo e integrare il proprio misero stipendio.

Per esempio, quali sono i criteri di selezione e rotazione dei componenti delle commissioni di concorso e delle commissioni elettorali?

to be continued...